Getto una monetina
risuona secca
sul marmo
Mi fa
di marmo
Non è deciso niente

Mi si confondono
i segni nel sentire
Affido al fato tutto
ciò che in questo
giorno notte
ho di più caro
Uno sguardo obliquo,
la tessitura fitta
di capelli bianchi su una
testa greca
Sei apparso e scomparso

Non mi è dato inseguirti

Mi perdo
E mi incateno
a un taglio affilato
Hai voltato le spalle
e ti sei perso tra le vie

Io dormivo ancora
E ancora non potevo sognarti

Simona Polvani

Annunci
4 commenti
  1. giovanni arcioni ha detto:

    BELLISSIMA..

  2. Grazie Giovanni, per l’apprezzamento, ma sopratutto perché hai voluto leggerla. A presto.

  3. damiano ha detto:

    questa non la conoscevo… molto musicale

    • Ciao Damiano,
      magari può diventare materia di qualche sperimentazione sonora, in futuro, aggiungendosi alle altre. Un abbraccio. A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: