SIMONA POLVANI

Foto del 05-12-13 alle 23.12 #2
Ricercatrice, poetessa, autrice, traduttrice, performer, docente – ciò che mi definisce adesso – Nata a Prato, si è laureata in giurisprudenza all’Università di Firenze con una tesi in filosofia del diritto supervisionata dal filosofo Luigi Lombardi Vallauri, in cui esplora il tema della giustizia nell’opera teatrale di Euripide. Nel 2013 ha ottenuto una laurea specialistica di ricerca presso l’Institut d’Études Théâtrales dell’Università Sorbonne Nouvelle – Paris 3 a Parigi, con una tesi dal titolo “Costruzione di un adattamento. I Sei personaggi in cerca di autore di Luigi Pirandello nella versione di Stéphane Braunschweig”.
Nel 2019 ha conseguito il dottorato di ricerca in arti plastiche, arti sceniche e performance all’Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne in cotutela con l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, con una tesi intitolata “La Performativité dans l’oeuvre et la pratique artistique de Gao Xingjian”.
Autrice, studiosa di drammaturgia contemporanea, critica nell’ambito delle performing arts, traduttrice di testi di teatro contemporaneo francofono e di saggi, operatrice culturale free-lance.
Ha ideato, diretto e organizzato rassegne e festival di teatro, cinema, musica e letteratura.
Ha preso parte in Francia al Projet TER (Traduire, Editer, Représenter) per la promozione della drammaturgia contemporanea europea, di cui ha ideato per l’Ambasciata di Francia l’omologo italiano TERI, da cui ha preso vita il progetto Face à Face in Italia, del quale fa parte. Ha partecipato in Francia alla piattaforma LAB07, dedicata alla drammaturgia per l’infanzia e l’adolescenza.
Dal 2006 al 2008 ha diretto il Centro Internazionale di Scrittura Drammaturgica (CISD) “La Loggia” / Teatrino dei Fondi a San Miniato (Pisa).
Ha tradotto testi di Fabrice Melquiot, Laurent Gaudé, Marie Ndiaye, Christophe Pellet, Eddy Pallaro, Emanuelle Delle Piane, Serge Kribus e di Gao Xingjian, Premio Nobel per la Letteratura, con il quale dal 2005 collabora su vari progetti dedicati alla sua opera drammaturgica.
Sue traduzioni sono apparse sul Corriere della Sera, La Repubblica, Il Riformista, MicroMega.
Collabora con la rivista Hystrio. È stata redattrice delle testate giornalistiche Il Tirreno, per la rivista Carte di Cinema e le webzine Krapp’s Last Post e PAC-Pane Acqua Culture. Ha scritto per Liberazione, Ha collaborato con le webzine , webzine Il Tamburo di Kattrin Rumorscena, le riviste I Quaderni del Teatro di Roma e Scènes (Belgio), e con  Il Tremisse Pistoiese, quadrimestrale di arte ed economia.
Dal 2010 al 2015 ha portato avanti il progetto “Tweet_interviste” per e sulla piattoforma Twitter.
Partecipa al progetto di video-performance a distanza “Angry Women”  dell’artista visiva Annie Abrahams.
È autrice dei testi teatrali “Buio #titolo provvisorio” e “Amorfo”, di racconti e di “piccole forme” poetiche.
Nel 2012 ha realizzato la sua prima video installazione, “In apparenza”, in collaborazione con Francesca Lenzi e Federico Fiori (InFlux).
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: