Christophe Pellet

Christophe Pellet

Christophe Pellet è un autore, regista cinematografico e sceneggiatore francese, nato a Tolone.

Si è diplomato nel 1991 alla FEMIS– École Nationale Supérieure des Métiers de l’Image et du Son a Parigi, nella sezione sceneggiatura.

È l’autore dei testi teatrali Le Garçon Girafe (2000, traduzione italiana di Simona Polvani, Il ragazzo giraffa), En délicatesse e Des jours meilleurs (2001), S’opposer à l’orage e Une Nuit dans la Montagne (2003), Loin de Corpus Christi (2005), Erich von Stroheim (2006), Un doux reniement e La conférence, Le garçon avec les cheveux dans les yeux (2009), Soixante trois regards (2010), Qui à peur du loup (2010), Seul le feu (2011), Les disparitions e De passage, endormi (2012), Pierre est un panda (2014). Tutte le sue pièce sono pubblicate dall’Arche Editeur, per cui è uscito anche il saggio Pour une contemplation subversive (2012).

I suoi testi sono stati messi in scena in Francia, Germania, Belgio, Svizzera, Inghilterra e Italia in importanti teatri nazionali e festival.

Il primo allestimento di un suo testo teatrale avviene in Inghilterra, dove, nel prestigioso Royal Court Theater di Londra, nel 1997, Mary Peate porta in scena Encore une année pour rien (Ancora un altro anno per niente), primo episodio della trilogia de Il ragazzo Giraffa, nella traduzione di Martin Crimp. La trilogia completa ha avuto  finora tre messe in scena: al Théâtre Dijon-Bourgogne per la regia di Anastasia Politi (2000); al CDN (Centre Dramatique National) di Bordeaux nell’allestimento di Jean-Louis Thamin (2003); al Thalia Theater di Halle (Germania, 2005) con la brillante regia di Carlos Manuel.

“Das Giraffenkind" (Il ragazzo giraffa), regia di Carlos Manuel.

“Das Giraffenkind” (Il ragazzo giraffa), regia di Carlos Manuel.

 

En délicatesse è stato messo in scena da Jean-Pierre Miquel al Théâtre de La Tempête a Parigi (2002) e da Madeleine Louarn al CDN di Lorient (2009). Nel 2008 al Théâtre du Soleil a Parigi, Jacques David ha portato in scena Une nuit dans la montagne. Michael Delaunoy ha firmato la regia di Loin de Corpus Christi al Théâtre du Rideau di Bruxelles (2009, con ripresa anche a Liegi e a Ginevra), mentre Jacques Lassalle lo ha messo in scena al Théâtre de la Ville des Abbesses a Parigi (2012). Il testo Eric von Stroheim è andato in scena per la prima volta a Berlino con la regia di Olivier Martinaud (2009), cui è seguito lo spettacolo alla Scène Nationale du Merlan a Marsiglia con la regia di Renaud Marie Leblanc (2010).

La Conférence, pièce per cui Christophe Pellet ha ottenuto nel 2009 il Grand Prix de Littérature Dramatique, è stata messa in scena da Mathieu Roy per la Scène Conventionnée di Thouars, da Renaud Marie Leblanc al teatro de Lenche a Marsiglia (entrambi nel 2010) e da Stanislas Nordey al Théâtre du Rond Point a Parigi (2011). Matthieu Roy ha firmato anche la regia della pièce Qui a peur du loup, scritta per un pubblico di ragazzi e adulti, per la Scène Nationale d’Angoulème, nel 2011 e di Un doux reniement, presentato al festival Via di Mons (Belgio, 2010). Quest’ultimo testo è stato messo in scena anche da Anne Théron all’università di Poitiers (2011).

In Italia, nel 2004 è stato messa in scena la terza parte de Il Ragazzo Giraffa, che dà il titolo alla trilogia, con la regia di Pierpaolo Sepe per Quartieri dell’Arte-Festival internazionale di teatro (Caprarola).

Lo stesso Pellet, sotto la direzione del regista Christophe Lemaître, si è prodotto in una conferenza-performance del suo saggio Pour une contemplation subversive (2013-2014), presentata in varie spazi e teatri in Francia.

Christophe Pellet nella conferenza-performance “Pour une contemplation subversive”.

Christophe Pellet nella conferenza-performance “Pour une contemplation subversive”.

Come regista ha realizzato cortometraggi e mediometraggi sperimentali, adattamenti anche di suoi testi teatrali: Exoplanète (2014,Sedna Films), con Mireille Perrier; Seul le Feu ( 2013, Sedna Films), con Mireille Perrier e Stanislas Nordey; Soixante trois regards, con Mireille Perrier, Dominique Reymond, Françoise Lebrun, Katarzyna Krotki (2011, Bathysphère production); Plus dure sera la chute (2010, Sedna film, 10 mn); Le garçon avec les cheveux dans les yeux, con Edith Scob (2008).

<p><a href=”http://vimeo.com/92928477″>Portrait sensible de Christophe Pellet & Mireille Perrier (prod : ECLA Aquitaine)</a> from <a href=”http://vimeo.com/user13978760″>SEDNA FILMS</a> on <a href=”https://vimeo.com”>Vimeo</a&gt;.</p>

 

Le mie traduzioni di testi di Christophe Pellet

Di Christophe Pellet ho tradotto:

la trilogia Il Ragazzo Giraffa (Le Garçon Girafe, pubblicata nel 2000).

La traduzione è ancora inedita. Altre traduzioni sono in progetto.

Nella pagina successiva sotto il titolo della pièce Il Ragazzo Giraffa sarà possibile trovare alcune informazioni riguardo ad essa e l’inizio delle tre parti di cui si compone la trilogia.

1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: