È poesia che si disfa

È poesia che si disfa

La mia

Tra dita

Quale prodigio

Il balenare

Di braccia e braccia

Nell’acqua

Che s’incrina

E l’allontanarsi

Nel moto infinito

Che non fa ritorno

Sulla piega delle labbra

Gorgoglii a frotte

E l’impeto dell’addio

Quello – ciclico

Resta – rotto

Nell’intercapedine

Del tempo

tra me

e l’aria

(Per Cyril, 30 gennaio 2017)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: