“Enduring freedom”, il Butoh dell’abisso di Imre Thormann

Un bell’articolo su PAC di Matteo Brighenti su Enduring Freedom, la performance estasiante, nella sua fragile e forte umanità ,del danzatore butoh Imre Thormann, vista a Genova al festival “Testimonianze ricerca azioni”. Tutto da leggere. Nel nome del #butoh

PAC

Enduring freedom @ Julian Vega Lavado Enduring freedom @ Julian Vega Lavado

MATTEO BRIGHENTI | È un corpo asciugato nella sua esistenza nuda che invoca una ribellione della carne per essere reinventato. Un corpo danzato all’origine, al di là delle convenzioni quotidiane. Tensione, fremito, fermento. Imre Thormann, uno dei più prestigiosi maestri Butoh del mondo, è il rigore, la fatica e la gioia di una libertà permanente. E proprio Enduring freedom si chiama l’ultima creazione del danzatore di Berna classe 1966, studioso di arti marziali come Aikido, Kung Fu, Tai Chi e Taekwon Do, dopo una carriera senza successo in una punk band, e allievo in Giappone del fondatore del Butoh, Kazuo Ohno, e poi di Michizou Noguchi. L’altrove di un movimento perpetuo ci ha scossi a tal punto da entrare in comunione con quanto accadeva a un palmo dai nostri occhi, dimenticando le sirene delle ambulanze o le urla dei bambini nel giardino di Villa…

View original post 771 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: