Andare

Parole-Andare

Parole-Andare

Oggi non ci sono parole
L’orizzonte si è raddoppiato
triplicato enne-ato

La comprensione è un punto
sotto l’ombelico
La sua eco è là
punto il dito –
Non conosco il nome
di quella galassia
ma la voce a lampo ritorna

Il tu si è perso
tra le pieghe della mia pancia
Non mi alzo
Ti custodisco per un po’
prima di restituirti al mondo
al tuo avanzare sul bordo.

Simona Polvani, 2007

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: