L’ulivo e la rosa

Quando ti vidi

la prima volta, che ti guardai, eri un bocciolo

un bocciolo rosa

di rosa

acquosa di rugiada

Al centro del giardino

stavi, tu, bocciolo

come dolcezza gaia

Quando io ti vidi,

quando il mio sguardo

ti guardò

tu eri verde, di un verde ancora acerbo

foglie aguzze

su tronco sottile

senza nodi

Ulivo giovane e prezioso

appena piantato, al di là

oltre la siepe, oltre il mio roseto

Può un bocciolo di rosa legarsi a un ulivo?

Può un ulivo anelare alla rosa?

Io ti vidi e tutto, radici e rami

fui verso di te

a te vicino

a te congiunto

Io, ulivo,

toccai e baciai i tuoi petali odorosi

e le spine

i sassi sotto le tue radici

la rugiada molle che ogni mattino

ti lavò

Io rosa mi lasciai accarezzare

dai tuoi rami contorti

dalla poesia del tuo dare frutti

Accolsi nel cuore del mio calice

ogni tuo frutto amaro

Ascoltai il vento quando ti suonava

mi riparai alla tua ombra rara

Abbiamo incrociato, nei giorni,

sotto lune e soli

nel farsi aspro e intenso delle stagioni

abbiamo incrociato i nostri rami

ed io rosa matura sono stata ulivo

io ulivo gigante, rosa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: